Browse By

About SmaiL

SmaIL – Sistema integrato di Laboratori

Nella società globalizzata, le nuove tecnologie della comunicazione hanno contribuito a cambiare i modelli di produzione della cultura e della conoscenza e hanno introdotto nuove forme di esercizio della democrazia. Cyberdemocrazia significa anche accesso all’informazione e alla conoscenza, possibilità di auto-apprendimento e di partecipazione critica. Si tratta dell’intelligenza collettiva (Lévy) di una società in rete (Castells) cui è necessario però applicare i principi dell’educazione democratica (Dewey). La cybercultura comporta rischi e sfide. Il pericolo di un mercato capitalistico dell’informazione, del controllo e dell’omologazione culturale, dell’ uso distorto delle opportunità offerte dalla Rete, per scopi violenti o di interesse personale. Le sfide sono quelle legate all’impatto sulla partecipazione democratica e sullo sviluppo di competenze personali, sociali e civiche. C’è uno stretto legame fra democrazia, educazione e cultura.
Nell’attuale società della conoscenza, l’Università è chiamata a svolgere un ruolo importante. Il libero accesso alla ricerca scientifica può essere un vantaggio per studenti e ricercatori ma anche per tutte le menti curiose, ovunque esse siano. Il libero accesso, anche se parziale, ai risultati della ricerca sociale comporta uno speciale significato politico, perché può creare una dinamica più democratica nella partecipazione alle politiche sociali. Può contribuire a diminuire il divario fra la classe di esperti e i cittadini e favorire la discussione critica e il consenso informato. Aiuta la ricerca stessa ad avere il feedback necessario a garantire la linfa vitale della discussione (Willinsky).
Il Sistema Integrato di Laboratori (SmaIL) costituito dal Dipartimento di Scienze dell’educazione è nasce per fornire servizi volti a soddisfare  le esigenze della didattica e della ricerca espresse da ricercatori, docenti, studenti dei corsi del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, che afferiscono alla Vicepresidenza di Bologna della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione. Si rivolge altresì a docenti e studenti dell’Ateneo, a enti e istituzioni esterne, a professionisti del settore dell’educazione e della formazione professionale.
Lo SmaIL è diretto da un Comitato tecnico/scientifico ed è strutturato in 3 laboratori, ciascuno dei quali con una propria specificità didattica e di ricerca:

  • LAB-EL – Laboratorio di E-Learning – si occupa di promuovere, progettare, erogare servizi orientati a sostenere la Ricerca e la Formazione nell’ambito dell’e-learning.
    Responsabile scientifico: Prof.ssa Maria Lucia Giovannini
  • LAB-INT – Laboratorio Inclusione e Tecnologie – si occupa di promuovere, progettare, erogare servizi orientati a sostenere la Ricerca e la Formazione nell’ambito delle tecnologie dell’inclusione.
    Responsabile scientifico: Prof.ssa Roberta Caldin
  • MELA – Laboratorio di Media Education – si occupa di promuovere, progettare, erogare servizi orientati a sostenere la Ricerca e la Formazione nell’ambito della media education. Produce materiali audiovisivi che pubblica nel canale Youtube del Dipartimento.
    Responsabile scientifico: Prof.ssa Manuela Fabbri