Regolamento

SmaIL – Sistema integrato di Laboratori

Art. 1 – Compiti e servizi

Il Sistema Integrato di Laboratori, da qui in poi SmaIL, del Dipartimento di Scienze dell’educazione fornisce servizi volti a soddisfare primariamente le esigenze della didattica e della ricerca espresse da ricercatori, docenti, studenti dei corsi del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, che afferiscono alla Vicepresidenza di Bologna della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione. Si rivolge altresì a docenti e studenti dell’ateneo, a enti e istituzioni esterne, a professionisti del settore.

Art. 2 – Struttura e organizzazione

Lo SmaIL è diretto da un Comitato tecnico/scientifico ed è strutturato in 3 laboratori, ciascuno dei quali con una propria specificità didattica e di ricerca:

  1. MELA – Laboratorio di Media Education
  2. LAB-EL – Laboratorio di E-Learning
  3. LAB-INT – Laboratorio Inclusione e Tecnologie.

Il Comitato tecnico/scientifico dello SmaIL
Il Comitato tecnico/scientifico è composto da:

  1. il Direttore del Dipartimento o un suo delegato
  2. il Vicepresidente della Scuola, sede di Bologna, o un suo delegato
  3. i tre Responsabili scientifici di laboratorio
  4. il Coordinatore tecnico-gestionale.

Il Comitato scientifico-tecnico ha il compito di:

  • costruire il Piano di lavoro annuale
  • monitorare lo svolgimento delle attività.

Il Comitato scientifico-tecnico dura in carica tre anni ed è convocato dal Direttore del Dipartimento, o da un suo delegato.

Il Responsabile scientifico di laboratorio
Il Responsabile scientifico di laboratorio è un docente afferente al Dipartimento di Scienze dell’educazione, designato dal Direttore del Dipartimento, sentito il Consiglio di Dipartimento. Ha il compito di formare, in accordo con il Direttore, un Comitato scientifico di laboratorio rappresentativo dei diversi raggruppamenti disciplinari. Il Comitato scientifico di laboratorio ha il compito di istruire il Piano di lavoro e di seguirne la realizzazione.

Il Coordinatore tecnico-gestionale dello SmaIL
Il Coordinatore tecnico-gestionale è un tecnico afferente al Dipartimento di Scienze dell’educazione con comprovata formazione professionale ed esperienza nelle aree di pertinenza dello SmaIL.

Art. 3 – Utenza

Le categoria d’utenza dello SmaIL sono le seguenti:

  1. docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti del Dipartimento
  2. studenti dei corsi di laurea afferenti al Dipartimento
  3. docenti, studenti e personale tecnico/amministrativo dell’Ateneo
  4. enti e istituzioni esterne
  5. professionisti dell’educazione.

Art. 4 – Compiti e servizi

Lo SmaIL nelle sue articolazioni fornisce servizi volti a soddisfare le esigenze della didattica e della ricerca nell’ambito della media education, dell’e-learning e delle tecnologie per l’inclusione.
In particolare, lo SmaIL assicura i seguenti servizi:

  1. produzione di materiale multimediale per la ricerca e la formazione
  2. prestito di attrezzature
  3. utilizzo di postazioni pc con software specifici
  4. conduzione di attività formative e di ricerca
  5. documentazione online delle proprie attività e pubblicazione in rete dei propri prodotti
  6. collaborazioni con scuole, enti e istituzioni.

Art. 5 – Finanziamento dello SmaIL

Lo SmaIL si finanzia con i fondi messi a disposizione sul bilancio del Dipartimento e provenienti o da entrate proprie o da trasferimenti dalla Vicepresidenza.

Art. 6 – Istituzione del Regolamento e modifiche

Il Regolamento dello SmaIL e le sue successive ed eventuali modifiche sono approvate dal Consiglio di Dipartimento su proposta del Direttore.

Art. 7 – Pubblicizzazione del Regolamento

Il Regolamento è pubblicato  sia nel sito del Dipartimento di Scienze dell’Educazione sia tra i documenti scaricabili riportati in questa pagina.


 

Documenti scaricabili

Regolamento SmaIL – Versione italiana
(.pdf 36 KB)
Aggiornato al 03 marzo 2015